Dario Russo

DARIO RUSSO

Ho l’ambizione di cambiare le cose.

Dopo la laurea in Architettura, mi formo come autodidatta nell’ambito del progetto grafico, quando la grafica non era ancora una disciplina universitaria. Lavoro presso uno studio a Milano, poi in Inghilterra. Di ritorno a Palermo, durante il Dottorato di Ricerca, incontro Vanni Pasca e m’infatuo della storia del design. Inizio così a giocare su due fronti: progetto grafico e storia del design. Valuto che la storia è un formidabile strumento per approfondire il progetto e dargli spessore? Di certo dalla storia possiamo trarre idee per fare meglio, per costruire connessioni, collegamenti.

Quando mi è stato affidato un Laboratorio di disegno industriale (nel Corso di Studi in Architettura di Palermo) ho immaginato un laboratorio in cui la teoria si concreta nella pratica, per offrire ai miei allievi tecniche e metodi tali da formare un pensiero critico e insieme metterli in relazione con il mondo delle aziende. Senza produzione, il designer compie un lavoro di ricerca, di sperimentazione, che può avere una valenza artistica ma non arriva a incidere in termini sociali. D’altro canto, una produzione che conserva unicamente una prospettiva economica, senza valore culturale, senza un approfondimento, neanch’essa incide.

Il design è un formidabile mezzo per migliorare la vita quotidiana grazie a prodotti che presentano un ottimo connubio di tecnica ed estetica; cosa che implica una strategia condivisa, un gioco di squadra.

Mi lega a MYOP il desiderio di affermare un’idea che dia ai prodotti una vocazione: la capacità di incorporare una storia fatta di cultura e qualità. RANDOme è il primo prodotto nato dall’incontro fra MYOP e il mio Laboratorio di disegno industriale. LABme rappresenta la sinergia fra me e MYOP.

Ricercatore presso l’Università degli Studi Palermo, dove insegna Teoria e storia del disegno industriale e tiene e un Laboratorio di disegno industriale, è autore di diversi saggi sul design e sulla comunicazione visiva. Dario Russo è art director della Società Italiana d’Estetica (SIE), di AZ-Project Graphic Design, di Suite d’Autore Art Design Gallery Hètel e presidente dell’Associazione Culturale 100eLAB.