Ramon Queral Corral

RAMON QUERAL CORRAL

Questa non è la scultura che impari a scuola.

Durante i primi quattro mesi a Palermo abbiamo visto l’Opera dei Pupi al Museo Internazionale delle Marionette, lì abbiamo conosciuto Salvo. Alla fine del suo spettacolo, Sandra, la mia compagna, gli ha chiesto chi restaurava i pupi. “Venite a trovarmi al laboratorio.” L’indomani eravamo al Capo (quartiere popolare palermitano) e lui ci ha accolto, ci ha fatto vedere tutto, ha iniziato a raccontarci i segreti del mestiere. Incredibile, fa tutto qua!

Quando ha saputo dei miei studi: “Vuoi provare a fare una testa?” “Hai un modello?” Mi aspettavo qualcosa in creta. “Certo!” E mi da questo, un foglio di carta ritagliato sulla sagoma di una testa di profilo, senza lineamenti. Io quasi piango. Questa non è la scultura che impari a scuola. Per fare la tua testa impiegherei tre mesi: prima ti farei stare due ore seduto, farei un modello di argilla, poi lo porterei a un materiale più solido, poi rifiniture, pintura. Qui invece ti faccio due foto e lavoro sul materiale finale, al massimo tre settimane. Adesso la prima marionetta che ho fatto è in Spagna, Sandra è al Museo a restaurare pupi siciliani e io sono al Capo a costruire e ricostruire l’Opera dei Pupi con Salvo.

Prendere una cosa della tradizione, un’espressione culturale, fatta dal popolo per il popolo, e lavorarci, e provare a trasformarla senza snaturarla, per non farle perdere forme e funzioni: questo vorrei, questo proviamo a fare.

Ramon Queral Corral è di Sabadell, una città a venti chilometri da Barcellona, ha ventotto anni, è laureato in restauro e scultura. Dopo un primo anno a Milano, arriva a Palermo per conoscere la Sicilia: una vacanza lunga, senza obiettivi precisi, ancora in corso. È scultore e aiutante del puparo Salvatore Bumbello. Ramon e Salvo sono partner MYOP per il progetto MYpuppet.