D4ME-MYOP-MAIDDA06-01_contenitore_foodD4ME-MYOP-MAIDDA06-02_contenitore_foodD4ME-MYOP-MAIDDA06-03_contenitore_food

MAIDDA #006

DISPONIBILE da ottobre

Russu aranciu

La MAIDDA è un contenitore tradizionale in legno di faggio, è la tradizione di contenere e di riusare. Nella MAIDDA si conservava lievito, farina e altri alimenti, si impastava il pane, la pizza, la pasta fresca.

Contenuto

Farina di Tumminia semolato di grano duro Bio 1000 g
Filetti di pescespada con confettura di gelsi neri 200 g
Uova (caviale) di pescespada all’olio d’oliva 160 g
Caciotta 500 g
Elisir di Zibibbo di Pantelleria 110 g
Pistacchi Sicilia sgusciati 100 g
Olio extra vergine d’oliva da agricoltura biologica 750 ml
Crema di mandorla 190 g
Cioccolato di Modica fondente grezzo con crema al pistacchio 100 g
Niuru Da Iudicca 750 ml (nero d’avola barricato)

COD: MAIDDA#006 Categorie: , , Tag: , ,

SCHEDA TECNICA


PRODOTTO: Italia


MATERIALI: Faggio


COLORE e FINITURA: legno naturale


MISURE: Larghezza – cm 50, Altezza – cm 30, Profondità – cm 10, Peso – kg 3,7


TEMPI DI PRODUZIONE: 10 giorni lavorativi. Assemblato alla consegna. Imballaggio scatola di cartone – Peso collo kg 10


Ricetta – Focaccine di Tumminia ai sapori di Sicilia (16 porzioni)

400 g di Farina di Tumminia semolato di grano duro Bio
20 g di lievito di birra fresco (non compresi nella MAIDDA)
1 cucchiaino di miele biologico (non compresi nella MAIDDA)
6 g sale fino di Marsala (non compresi nella MAIDDA)
acqua q.b (all’incirca 260 g)

1 barattolo di Filetti di pescespada con confettura di gelsi neri
1 barattolo di Uova (caviale) di pescespada all’olio d’oliva
q.b. Caciotta
q.b. Elisir di Zibibbo di Pantelleria
q.b. Pistacchi Sicilia sgusciati 100 g
q.b. sale fino di Marsala (non compresi nella MAIDDA)
Olio extra vergine d’oliva da agricoltura biologica

Procedimento

Sciogliere il lievito in una ciotolina con un po’ d’acqua tiepida (circa 30°C), impastare la farina di Tumminia aggiungendo lievito e acqua necessaria a ottenere un impasto morbido, poi aggiungere sale e continuare a impastare sino a quando non sarà ben assorbito. Inserire la “palla” di impasto in una ciotola unta con olio. Coprire con carta pellicola e riporre a lievitare per circa 1 ora, sino al raddoppio del volume, in luogo tiepido (forno spento con lucine accese e un pentolino di acqua bollente dentro). Prelevare l’impasto, voltarlo su un piano infarinato, dividerlo in 16 parti e rimpastarlo. Poggiare le palline su una teglia da forno sufficientemente grande e unta con olio, schiacciarle con la punta delle dita sino a ottenere focaccine da circa 8 cm di diametro, coprire con un panno pulito e rimettere nel forno spento con le luci accese, per un’ora circa. Prelevate la teglia e accendete il forno, in modalità statica e a 220° C, posizionando la pietra refrattaria (o eventualmente una leccarda rovesciata) sull’ultimo ripiano in basso. Spennellare le focaccine con olio distribuire pochissimo sale. Attendere almeno mezzora affinché il forno diventi caldo. Cuocere le focaccine poggiando la teglia sulla pietra refrattaria. Dopo cinque minuti passarle al centro del forno per altri 7-8 minuti.
Servire condite con i filetti di pescespada con confettura di gelsi neri o con le uova (caviale) di pescespada all’olio d’oliva o con una fettina di caciotta, distribuendovi sopra qualche goccia di elisir di Zibibbo di Pantelleria e dei pistacchi Sicilia sgusciati spezzettati.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Puoi essere il primo a commentare “MAIDDA #006”