SNAIL

SNAIL

È il barbecue a carbonella a flusso d’aria regolabile. Le griglie di cottura, con cestello amovibile per cenere, e carbone e i carrelli di servizio in acciaio inox, per accessori e combustibili, sono a scomparsa. La movimentazione avviene grazie all’ausilio di ruote e piedini stabilizzanti regolabili. Il numero delle griglie di cottura, dei carrelli di servizio, la finitura esterna e gli accessori sono personalizzabili.

SNAIL è una conchiglia inossidabile, coriacea, su cui riflettersi, è un monolite, una scultura che diventa barbecue. L’essenzialità  del suo guscio racconta di spazi attesi, di complessità  che moltiplicano geografie semplici, aliene e al tempo stesso ecologiche, naturali.

SNAIL contiene e accoglie, è oggetto e paesaggio, in dialogo con l’ambiente circostante. Lo sguardo si riverbera sull’essenza, SNAIL ci rende satelliti geostazionari che girano intorno alla sua semplicità , eleganza e funzionalità. Il guscio protegge griglie, cestelli, accessori, nasconde e poi svela l’anima in acciaio inossidabile estraibile, diventando un comodo piano per la preparazione di cibi da grigliare e degustare all’aria aperta. Una volta chiuso, SNAIL torna paesaggio, in perenne trasformazione.

Completamente smontabile e intercambiabile in ogni sua parte, SNAIL è un progetto aperto, un “suggerimento”: diventa un barbecue, un prodotto, solo dopo la personalizzazione da parte del cliente, il quale può definirne il n° di griglie di cottura, la presenza del carrello di servizio, la finitura del guscio esterno, gli accessori, e infine se averlo nella sua versione più tradizionale a carbonella per uso esterno o trasformato in un arredo per interni nella versione a gas. L’ambiente in cui SNAIL è inserito continuerà  a personalizzarne la forma, con le proprie tracce, i propri riflessi. La conchiglia risponderà  alla storia che l’attraversa.

Gli accessori di SNAIL sono curati nei minimi dettagli: le pinze da cucina in dotazione sono anche maniglie per sollevare e spostare la griglia e insieme alla paletta e all’attizzatoio, nascono dal taglio laser di un foglio di acciaio inossidabile, dalla successiva sagomatura, pressopiegatura e incastro, senza alcuna saldatura. Il carrello di servizio può ospitare un contenitore amovibile in metacrilato per la carbonella. I piani di legno inseriti a incastro nella base dei carrelli a scomparsa si trasformano in taglieri da poggiare sopra SNAIL.

SCHEDA TECNICA


PRODOTTO IN Italia, 2015


MATERIALI

Acciaio inox, metacrilato, legno


COLORE variabile a seconda della configurazione


MISURE variabili a seconda della configurazione

Larghezza chiuso da cm 44 a cm 106 aperto da cm 81,5 a cm 208
Altezza cm 78
Profondità  cm 44
Peso da kg 50 a kg 100

Griglia di cottura cm 35—35

Carrello di servizio (se configurato) cm 35—30


NOTE
Assemblato alla consegna. In considerazione delle dimensione e del peso, variabili a seconda della configurazione, la movimentazioneà dovrà avvenire grazie all’ausilio di almeno una persona. In dotazione n° 02 manici pinza in acciaio inox, tagliere/i in legno. Opzionale: n° 01 contenitore carbonella in metacrilato con base in legno, n° 01 supporto in legno con 4 porta spezie in acciaio inox, n° 01 set paletta e attizzatoio


TEMPI DI PRODUZIONE 30 giorni lavorativi


i-design palermo myop

I-Design 2018 – Palermo

La manifestazione I-Design ha come obiettivo la promozione e la valorizzazione del design industriale locale, nazionale ed internazionale. E’ presente in città con le sue esposizioni dal 2012 e si prefissa di trasformare la società ed il tessuto urbano con eventi culturali improntati sul design. Nella parola è già insito il concept di base: l’individuo…

999 shared house

Shared House 999 – la nuova frontiera del co-dividualismo

Shared House 999 – Milano. Nel XXII secolo non si parla più di individualismo, bensì del concetto opposto: codividualismo. È questa l’idea dello studio “LAPS Architecture e FARM Cultural Park”, che crea le fondamenta della Shared House, un esempio di architettura co-dividuale sito in Via Ventura 3, a Milano. Il progetto della Shared House 999…

testimonial_01

TESTIMONIAL

Riccardo Scibetta ha deciso di rompere gli schemi tradizionali di “presentazione” dei prodotti, andando alla ricerca di spunti interessanti per far sì che i prodotti di MYOP non vengano visti solo come tali ma bensì che diventino una forma d’arte stessa. Così, guidato dal suo spirito avventuriero e con l’obiettivo di MYOP ben delineato –…

myop su dcasa

MYOP su DCASA

Laura Traldi scrive di MYOP su DCASA di novembre 2017.