X.me diventa Sasebo

Sasebo – Giappone, Nagasaki, Kenko no Yakata

Connettività  e osmosi: queste le parole chiave del progetto Sasebo, la declinazione giapponese del modulo X.me, progettato da LAPS Architecture per MYOP. Siamo nella prefettura di Nagasaki nel suggestivo parco tematico Huis Ten Bosch di Sasebo, da cui prende nome il progetto dello studio italo-francese (LAPS) diretto da Salvator-John A. Liotta e Fabienne Louyot, intervento realizzato nel primo concept store di KoW- Kingdom of Wellness, un brand giapponese specializzato in integratori naturali.

Sasebo è una cornice che ingabbia i vuoti, da libero accesso allo sguardo, si muove come un corpo intorno agli spazi, ne crea nuovi. Sasebo è una membrana, una parete organica, cellulare, in perfetta sintonia con l’atmosfera dell’area dedicata al wellness di KoW.

Il sistema modulare multifunzionale, composto da pannelli di PVC espanso tagliati con macchine CNC assemblati per mezzo di giunti in alluminio estruso, defluisce poroso, integrandosi con scaffali e partizioni murarie. La simbiosi rizomatica e non gerarchica fra presente e passato, fra nuove strutture e architetture presenti, invita a circolare liberamente, a muoversi nello spazio, ad assaporarlo.

La facciata di ingresso del concept store si adatta ai profili delle colonne neo-classiche cercando un dialogo con i capitelli delle paraste; bancone e tavolini del ristorante bio sono definiti da un doppio arco nato dalla sintesi e dall’unione di tre chiome stilizzate.

 

Share your thoughts

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.